martedì 28 aprile 2020

Sistema ITS Abruzzo Smart Academy




Nasce il ‘Sistema ITS Abruzzo smart academy’: un portale che presenta la variegata offerta formativa post diploma dei cinque Istituti tecnici superiori operanti nei settori strategici regionali quali la: Meccanica, Meccatronica a Lanciano (Chieti); Efficienza energetica e Smart Building a L'Aquila; Agro-alimentare a Teramo; Sistema moda a Pescara e Mobilità Sostenibile nel trasporto merci e persone a Ortona, in provincia di Chieti.

'L'iniziativa dei cinque ITS abruzzesi - spiega l'assessore alle Politiche formative Piero Fioretti - è la testimonianza della maturità raggiunta in questi anni dagli istituti tecnici che mettono sul campo una formazione specializzata e soprattutto variegata al servizio delle imprese. Il portale unico è un servizio rivolto soprattutto ai giovani e alle famiglie che in questo modo hanno possibilità di verificare il valore dell'offerta formativa senza ulteriori mediazioni potendo operare la scelta migliore in relazione alle attitudini del giovane'.

Al tempo del Covid-19, in questa fase di lock down per tutto il Paese molte delle attività sono state necessariamente trasferite su canali digitali. Proprio per rispondere a questa emergenza, dopo l'attivazione della didattica a distanza, gli ITS regionali presentano la loro offerta formativa attraverso un unico portale www.sistemaitsabruzzo.it.

Il sito nasce per offrire un servizio di orientamento interattivo ai ragazzi, alle famiglie e alle scuole in modo smart e personalizzabile. Questo è il luogo virtuale dove è possibile conoscere, attraverso video e testi esplicativi, l'organizzazione e le diverse tipologie dei corsi rivolti ai diplomati abruzzesi e come gli ITS sono organizzati per offrire una vera formazione duale di alternanza scuola-lavoro, in stretta collaborazione con le imprese. Attraverso il portale realizzato in collaborazione con ANPAL Servizi, gli ITS propongono i loro percorsi di alta specializzazione tecnica della durata di 2 anni, completamente gratuiti, riferiti alle aree considerate prioritarie per lo sviluppo economico e la competitività del Paese e della Regione.

e in Sicilia?

Hasta la próxima
M. U

Nessun commento:

Posta un commento